La prigione di Makala

Ci coabitano uomini, donne e minori, divisi in settori. Molti bambini di strada si trovano in prigione, per furti, aggressioni commesse nel loro quotidiano, o a seguito di retate di polizia nel periodo dei tumulti politici. La situazione per questi giovani detenuti è molto precaria : non avendo dei mezzi per difendersi giuridicamente, sono detenuti per parecchi anni, a volte anche senza una reale accusa. La prigione non prende in carico i bisogni primari di cibo, di salute, d’igiene e sono le famiglie dei detenuti che provvedono a questi bisogni. Quelli che non hanno famiglia, come i bambini di strada, sono costretti a ricorrere alla violenza per riuscire a sopravvivere, e molto spesso sono loro stessi vittime di ogni tipo di violenza. L’associazione rivolge il suo aiuto a favore dei minori e delle donne madri o in cinta, che fanno spesso parte della popolazione dimenticata. Essa apporta loro un messaggio biblico, delle attività educative regolari, oltre ad un pasto completo una volta alla settimana.